Il Bernoccolo #106 🎤 Il futuro è dietro di noi?

Niente sarà più come prima. 

La Apple ce lo ha detto fino alla nausea, ad ogni nuovo lancio di iPhone.

E forse è il mantra che meglio riassume il pensiero contemporaneo. Il progresso che avanza, scardina, rompe. Che butta via il vecchio, sedotto dall’eterna novità. Move fast and break things è il motto di Facebook, no? A pensarci bene, è lo stesso di un bambino di quattro anni.

C’è del buono, in tutto questo. Ma anche molti punti ciechi.

A volte la passione per la novità crea bolle disastrose. Oppure sacrifica dei modelli buoni che non avevano altra colpa se non quella di aver accumulato un po’ di polvere.

Oggi il vento sembra cambiato. Tra crisi economica, sanitaria, climatica, “come prima” non è più una parolaccia. “Reuse, recycle” non è più solo un motto ecologista - pensate a Patagonia che vende vestiti di seconda mano - ma un modo diverso di immaginare il progresso.

Una filosofia che invece di rompere le cose le aggiusta, magari le olia, le fa funzionare di nuovo. Che riscopre e salva quello che c’era di buono. Il ritorno alle mail e ai feed, come negli anni 2000. Clubhouse che è una via di mezzo tra la radio e una telefonata. Il lento ma inesorabile ritiro dal mondo dei cookies digitali, del tracciamento, dell’iper personalizzazione. 

Che non vuol dire essere conservatori: è una forma di progresso più cauto, più considerato. Forse, quello che ci porterà più lontano.

🎼 La musica di questa puntata è LifeBlood di Fabrizio Paterlini 🎼


Benvenuti alla puntata numero 106 de “Il Bernoccolo”, il podcast che parla di comunicazione, tecnologia e cultura nel mondo post-digitale. Questa è la puntata del 1° Marzo 2021.

Con Andrea Ciulu e Pasquale Borriello.

Ascolta la puntata


I link di questa puntata